BACK IN ME

Stupidity as it used to be!

Fantascienza e Incoscienza vogliono la i?

Questa mattina ci ho messo un quarto d’ora a capire di essere sveglio. Di sicuro avevo sentito la sveglia di mio fratello suonare (mannaggia a lui, che non si è nemmeno alzato poi), ma evidentemente non ero già più in quello stato cosciente di dormiveglia, dato che andando a ritroso e cercando di ricordare quello a cui ho pensato in tutto quel lasso di tempo, ci sono riuscito. Stavo pensando a quanto sarebbe utile poter stoppare il tempo, oppure rallentarlo. Non so per quale utilità, nel mio pensiero pre sveglia stavo immaginando di poter vincere le aste su ebay all’ultimo secondo facendolo durare un’eternità, di poter fare delle foto a delle belle ragazze completamente non visto, di poter fare degli scherzi agli amici e via dicendo. Ed il tutto mi si è ricollegato in mente arrivando a pensare a quel personaggio di Dragonball, rappresentante della squadra Ginew, che sapeva stoppare il tempo. Guldo mi pare si chiamasse. Ancora dopo tutti questi anni, Dragonball mi fa riflettere. Sarà mai possibile arrivare a bloccare e quindi modificare il sistema spazio-tempo? e se si, come? Questo presupporrebbe il bloccare completamente l’universo, oppure solo quel breve spazio che ci circonda, creando quindi una distorsione fra il tempo reale di, che ne so, Legnano, e il tempo reale del resto dell’Universo? Chiaramente questi argomenti saranno stati analizzati mille e mila volte dai fantascenziati, che ne avranno studiato le problematiche e l’infattibilità. Insomma, ci avete mai fatto caso a quanto sia preciso il tempo? non arriva ne prima ne dopo, arriva esattamente quando vuole lui, come Gandalf! Eppure un giorno è formato da 24 ore, che fanno 1440 minuti, 86400 secondi, 86400000 decimi di secondo e così via. Si ok, c’è quell’inezia dei 4 minuti che ogni giorno si perdono, ma è puntuale anche in quello! E poi, ammettetelo: chi di voi, in ogni singolo giorno della propria vita è stato sempre puntuale? Di noi italiani intendo, i giapponesi e gli svizzeri non contano. Tra l’altro, il tempo è tanto galantuomo che, una volta ogni 1460 giorni, ovvero 35040 ore, o 2102400 minuti, tutto il ritardo accumulato lo rende indietro, con un giorno regalato a  noi poveri ritardatari di terrestri, tanto a lui non costa nulla.

Normalmente avrei preparato un discorso sulla coscienza-incoscienza nel dormiveglia, ma dato che oggi non ne ho voglia, vi lascio con un interrogativo, sempre riguardante la coscienza, che mio fratello ha lasciato in dote a me e a Mitch: “Ma quand’è che un bambino si accorge per la prima volta che tutto quello che c’è attorno a lui si chiama vita e che lui sta vivendo? Per meglio intendersi, quand’è che un bambino si accorge che ha fatto la cacca e pensa: “Apperò che cagata soddisfacente!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi ricevere tutte le attualissime stupidate che mi passano in testa comodamente e senza muovere un dito? Inserisci il tuo indirizzo e-mail

Segui assieme ad altri 15 follower

Hanno sfogliato queste pagine

  • 10,225 volte

Aggiornamenti Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: